Porsche 2015: vendite record e profitti in crescita

2015-Porsche-Cayenne-Facelift-2

Il 2015 è stato l’anno fiscale di maggior successo per la casa automobilistica Porsche, la cui storia è lunga circa 85 anni. Il marchio tedesco infatti ha chiuso il 2015 facendo registrare il quinto anno consecutivo di record, sia dal punto di vista dei ricavi, sia dal punto di vista delle vendite, entrambe cresciute nettamente rispetto al 2014. 
Al successo ha certamente contribuito l’ottimo andamento della Macan, accolta favorevolmente dai clienti e la cui produzione ha coperto l’intero 2015. Nello specifico le consegne sono aumentate del 19%, con oltre 225.000 Porsche vendute a livello globale, una crescita della domanda che a sua volta ha generato una crerscita della forza lavoro, cresciuta del 9% e passata a 24.481 dipendenti. E le notizie buone sembrano non essere finite, dal momento che i primi due mesi del 2016 sono partiti col classico “botto“: le consegne di gennaio e febbraio infatti hanno già raggiunto quota 35.000 pezzi e questo significa una crescita del 14% rispetto allo stesso periodo nel 2015.

Dal canto suo Oliver Blume, Presidente del Consiglio di amministrazione di porsche AG, ha affermato che gli elevati numeri delle consegne non sono il nostro obiettivo primario ma sono la conseguenza logica della nostra strategia aziendale e l’espressione della nostra gamma di prodotti interessanti.La maggior parte dei profitti generati da Porsche saranno poi reinvestiti in Ricerca e Sviluppo, e si parla di una cifra prossima ai 2,15 miliardi di euro. All’interno di questa somma, molte risorse verranno finalizzate allo sviluppo della versione di produzione della nuova Porsche Mission E, il primo modello totalmente elettrico della casa tedesca, il cui arrivo sul mercato dovrebbe avvenire entro la fine del decennio. 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *